EN UN ÁLBUM DE UNA PRINCESA ITALIANA

Veggo ardente nel cielo sffolgorare
de sua corona l´ornamento chiaro,
quel chi la luce dá superbo faro
e quel chi fá le piante germinare.

Veggo in la schezzia il pianto scintillare
de la matina, che á la terra è caro,
ascolto il fiume fra l´olcandro amaro
sulla pianura herbosa mormorare:

Odo l´uccelli e la sonora aureta
chi pello azurro spazzio tende il vuolo,
ma questa bello assai ridente stuolo

L´anima mia ancor non rende lietta:
sul bracio trista e languida mi piego
ch´´il mio diletto ¡aimè! mai più non veggo!

Carolina Coronado

Deja un comentario